Coronavirus, a Collegno il 20% dei dipendenti in smart working.

 

Sono già 50 i dipendenti del Comune di Collegno che potranno lavorare in smart working. In meno di 5 giorni lavorativi dalla data di approvazione del Decreto dello scorso 4 marzo 2020 è stato quindi possibile attivare il lavoro a distanza.

Dichiara il vice sindaco Antonio Garruto:«L’attivazione dello smart working in così breve tempo è il risultato di un proficuo lavoro con cui la nostra Città stava già organizzando progetti di lavoro a distanza: dal telelavoro al lavoro agile, Collegno è attenta al benessere del proprio personale, grazie alla professionalità degli uffici e all’efficienza dell’attività lavorativa anche e soprattutto in un momento critico come quello che stiamo vivendo . Ritengo importante rivolgere l’invito a tutte le aziende del territorio per favorire l’utilizzo dello Smart Working».


Il Sindaco Francesco Casciano: «In questa emergenza il Comune deve dare l’esempio e sono particolarmente soddisfatto della rapidità con cui lo smart working sia stato attivato presso il nostro Ente. Invitiamo tutte le aziende del territorio di Collegno di attuare ove possibile, soluzioni di telelavoro e tutti i lavoratori a richiederlo al proprio datore di lavoro. Sono sicuro che ogni collegnese saprà fare la propria parte e contribuire a contenere il contagio»

 

 
 

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO