S.C.A.T.TO, il piano da 500mila euro di sgravi e contributi per commercio e attività produttive

 

Sconti sulla Tari, contributi a fondo perduto e sgravi: la Giunta di Collegno ha stanziato 500mila euro per il Piano “S.C.A.T.TO, Sostegno a Commercio e Attività economiche per Tari e TOsap” per aiutare imprese e attività commerciali chiuse a causa dell'emergenza Covid-19 a ripartire dopo il lockdown.

«Uno scatto deciso a sostegno di commercianti e  imprese colpite dall’emergenza Covid19 e dai cantieri della metro, un piano organico di aiuti» dichiara il Sindaco Francesco Casciano «con questo provvedimento aggiungiamo alle misure nazionali e regionali degli strumenti concreti e diamo un aiuto a settori che sono  risorsa preziosa della nostra Città».

«Si parte dallo sconto sulla tassa rifiuti - dichiara il vicesindaco Antonio Garruto- che per le attivita economiche al di sopra dei 250mq sarà del 15%, mentre per quelle al di sotto di questa soglia sarà del 25% per un totale di ben 370mila euro messi a bilancio. A questo si aggiungono gli sgravi previsti su TARI, TOSAP e ICP per le imprese che risiedono nelle aree coinvolte dal cantiere della metropolitana, compresi gli operatori mercatali dell’area di Santa Maria che si vedranno diminuita la TOSAP: risorse per circa 20mila euro». Agli sconti sulla TARI per le utenze non domestiche si aggiungono gli sgravi per quelle attività che hanno sede nelle aree di cantiere del prolungamento della linea 1 della metropolitana.

100mila euro saranno infine stanziati per un contributo a fondo perduto fino a un massimo di 500 euro per gli esercizi di servizi alla persona, di commercio al dettaglio di vicinato (fino a mq. 250 di superficie di vendita) e non alimentare (ad eccezione delle attività di cui agli allegati 1 e 2 DPCM 11 marzo 2020), per i pubblici esercizi (ristoranti, pub, pizzerie, bar, gelaterie e yogurterie, pasticcerie, attività di ristorazione connesse alle aziende agricole) e per le strutture ricettive connesse ad aziende agricole -agriturismo-. Per ricevere il contributo sarà necessario partecipare al bando che sarà emesso dall'Amministrazione.

Soddisfatto l’assessore al Commercio Enrico Manfredi: «Per tutta l’emergenza sanitaria abbiamo sostenuto il commercio di vicinato e continuiamo a farlo ora, integrando le azioni regionali. Abbiamo messo in campo una serie di misure straordinarie per il rilancio di questo comparto che è stato particolarmente colpito durante questa crisi. Il nostro impegno si conferma nella tendenza già avviata di sostenere con ogni mezzo possibile il commercio e le micro imprese della nostra Città».

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO