OASI COLLEGNO, il piano di ampliamento straordinario dei dehors

 


 

I titolari di bar e ristoranti potranno ampliare o creare il proprio dehors con sedie tavolini e ombrelloni, occupando gratuitamente non solo marciapiedi e piazze ma anche parcheggi, controviali e strade chiedendo al Comune di modificare la viabilità e di pedonalizzare i tratti di strada. La possibilità di ampliare il dehors è estesa anche ad alimentari con consumo sul posto. Per tutti basterà un’istanza semplificata via pec e un disegno dell’ampliamento con cui i commercianti, dopo una verifica del Comune entro 10 giorni, potranno allargare il proprio spazio sul suolo pubblico prospiciente l'attività.

Il modulo di istanza semplificato va inviato a posta@cert.comune.collegno.to.it tramite PEC. I termini massimi per la concessione sono ridotti a 10 giorni dalla presentazione dell’istanza con la soluzione minima di tavoli sedie, mentre per tutte le altre tipologie e comunque per l’esame delle istanze eventualmente in deroga ai limiti del regolamento il termine è di 30 giorni.

Bar e ristoranti: Tosap, diritti di istruttoria gratuiti.
Alimentari con consumo sul posto: diritti di istruttoria gratuiti.



Soddisfatto il Sindaco Francesco Casciano: «Il nostro tessuto economico è stato messo a dura prova dal covid-19 ma vuole cominciare un nuovo cammino e in sicurezza: con questo piano togliamo spazio alle auto per darlo alla voglia di condividere relazioni tra le persone mettendo al centro l'ambiente sociale e l'ambiente fisico. “OASI Collegno” è un provvedimento che segna un forte cambiamento, un passo verso una vera Ri-evoluzione. Con la crisi Covid-19 dobbiamo chiudere il modello di sviluppo del Novecento e lanciare per la nostra Città e per la nostra Italia una nuova sfida "ecosociale"».

L’assessore al Commercio Enrico Manfredi:«Il periodo dal quale stiamo uscendo è stato provante per i mercati, per le imprese commerciali, per gli artigiani e per i pubblici esercizi. Per questo motivo abbiamo scelto la via della semplificazione e della possibilità di massima espansione delle occupazioni di suolo pubblico per i dehors cittadini. Queste misure vanno nella direzione di sostenere al massimo la ripresa estiva per i nostri operatori economici, offrendo al contempo un'occasione di animazione per i quartieri della città, aumentando la fruibilità delle nostre vie e piazze. L'impegno concreto di questa amministrazione è sempre stato quello di accompagnare gli operatori economici del territorio: oggi è un obiettivo strategico per il rilancio del tessuto commerciale cittadino, in particolare per quanto riguarda gli esercizi di quartiere».

Sono  disponibili anche le linee guida tecniche delle possibili soluzioni per richiedere l’ampliamento o per farlo da zero, predisposto dal settore Lavori Pubblici.L’assessore alla Mobilità Gianluca Treccarichi: «OASI Collegno è un aiuto concreto per permettere ai commercianti che operano nel settore della somministrazione di utilizzare gli spazi vicini alla loro attività in sicurezza e in modo produttivo. Abbiamo ideato dei modelli applicativi che si potranno utilizzare anche in base alla posizione dell’esercente e alla necessità. Renderemo più vissuti degli spazi della strada prima concepiti solo come luoghi di transito privilegiando anche la pedonabilità e la ciclabilità urbana che facilita il commercio di vicinato».

L’assessore al Bilancio Antonio Garruto: «Interveniamo tempestivamente per dare attuazione al Decreto del 19 maggio che prevede l’esonero dal pagamento della Tosap, introducendo anche l’esenzione dal pagamento dei diritti di istruttoria relativi alle istanze che saranno presentate. Il Bilancio sano di Collegno, anche in un momento così difficile per le casse dei comuni e degli enti pubblici, rappresenta uno strumento importante per costruire in modo coordinato e complementare con i provvedimenti regionali e nazionali , soluzioni e  progetti utili alla crescita della nostra comunità. Siamo impegnati nel cercare di introdurre modelli che semplificano il rapporto con la pubblica amministrazione, accompagnati da misure di sostegno e sgravi per fornire risposte concrete e superare tutti insieme questo difficile momento».

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO