Ridurre i rifiuti

 
 
  1. Guida per la riduzione dei rifiuti
  2. Riduci in comune
  3. Ecoristorante! Rete dei ristoranti ecosostenibili
 
 

Guida per la riduzione dei rifiuti

 

Per avere maggiori informazioni su come ridurre i rifiuti, scarica il seguente documento:


 

Riduci in comune

 

Il progetto “Riduci in Comune” nasce dalla volontà, espressa dalle Città di Collegno e di Rivoli, di ridurre la quantità di rifiuti prodotti dalle normali attività quotidiane all’interno degli uffici comunali e diffondere le buone pratiche sul risparmio energetico e un consumo più attento.
Fare meno rifiuti comporta meno problemi, più sostenibilità e una maggiore efficienza gestionale ed economica. “Riduci in Comune" è stato realizzato grazie al contributo della Provincia di Torino..

Per raggiungere l’obiettivo del progetto, si è scelto di lavorare su due piani:

  1.  Fornitura di strumenti innovativi per la prevenzione dei rifiuti
  2.  Sensibilizzazione ed informazione dei lavoratori delle strutture interessate


Parallelamente alla messa in opera di strumenti per la riduzione dei rifiuti (erogatori di acqua pubblica all’interno delle mense o degli spazi comuni, punti di scambio e riuso dei beni – ancora in ottimo stato – per dar loro una seconda vita e salvarli dalla discarica) o alla fornitura di materiali utili allo scopo (consegna ai dipendenti comunali di una borraccia per approvvigionarsi dai nuovi erogatori alla spina), è stata studiata una newsletter con sei uscite, diffusa via posta elettronica a tutti i dirigenti e lavoratori comunali, trattante diversi temi per minimizzare i rifiuti prodotti abitualmente durante il lavoro da ufficio.

Grazie alla simpatia e sagacia di Parsi Monia, la nonnina sostenibile testimonial della newsletter, ognuno di noi può scoprire come e perché fare meno rifiuti è un obiettivo che ci conviene raggiungere!

Gli argomenti affrontati:

La carta. Tre milioni di litri d’acqua, cinquantamila chilowattora di energia elettrica e più di cento alberi. È ciò che consumiamo per gettare via sette tonnellate di carta ogni anno. Una buona notizia: si può rimediare subito e facilmente scopri come 

L’acqua.
 Ogni anno vengono consumate trentamila bottigliette di plastica nelle mense comunali di Collegno. Vuoi sapere come risparmiare all’ambiente quasi una tonnellata di plastica e undici tonnellate di Anidride Carbonica? scopri come 

Il consumo sostenibile
. I consumi energetici negli uffici producono, a nostra insaputa, rifiuti ed emissioni difficili da gestire. Leggi come fare per abbattere i seimila megawatt/ora di energia elettrica normalmente consumati per i servizi comunali. scopri come 

Il riuso e lo scambio
. Per risparmiare quasi una tonnellata di plastica e undici tonnellate di CO: Libri, vestiti, oggetti, elettrodomestici e utensili di piccole dimensioni si possono portare, purché funzionanti, nell’armadio del riuso, dove lo scambio di oggetti è gratuito e divertente. scopri come 

Lo spreco alimentare
. Come facciamo noi, cittadini e consumatori, a ridurre lo spreco alimentare? Certo non possiamo cambiare tutto in una volta, ma possiamo incidere sulla parte che ci compete! Cambiando poco per volta il nostro stile di vita e risparmiando tempo, denaro e inquinamento alla nostra Terra. Scopri come ... e leggi le ricette di Parsimonia

La riduzione e il riciclo dei rifiuti. Meglio un dentifricio venduto imballato nel suo cartoncino oppure senza? Meglio la frutta al banco o quella confezionata? Prova a rispondere al QUIZ e capirai quanti rifiuti inutili si posso evitare di comprare! Per ridurre i rifiuti, bisogna partire proprio dagli imballaggi. Scopri come ...

 

 

Ecoristorante! Rete dei ristoranti ecosostenibili

 

UN MODO NUOVO DI FARE RISTORAZIONE!

Ogni Ecoristorante s'impegna a ridurre la quantità di rifiuti prodotti e a diffondere tra i propri clienti alcune buone pratiche di sostenibilità ambientale.

Sul territorio del CIDIU il progetto è stato attivato a livello pilota nei Comuni di Collegno, Druento, Grugliasco e Rivoli- elenco dei ristoranti aderenti

Visita il sito CIDIU, per info, dettagli e adesioni: http://www.cidiu.to.it/com_eventi.php

visita il sito ufficiale: http://www.ecoristoranti.it/

 


Il titolo di "ECO-RISTORANTE" se si seguono almeno 7 AZIONI:
 

  • Uso di grissini sfusi (non preconfezionati);Uso di asciugamani con i sistemi elettrici ad aria calda o a stoffa;
  • Distribuzione di acqua da rubinetto in brocca;Uso di prodotti con vuoti a rendere o distribuiti alla spina (birra, vino, ecc.);
  • Uso di prodotti con vuoti a rendere o alla spina per la pulizia e l'igienizzazione dell'esercizio, come detersivi, disinfettanti e detergenti;
  • Utilizzo di tovaglie in stoffa e tovaglioli in stoffa;
  • Utilizzo di piatti e bicchieri in vetro/ceramica e posate in acciaio;
  • Acquisto di prodotti con imballaggi di vetro o carta, anziché di plastica, per latte, yogurt, passate, succhi di frutta e altri prodotti necessari per l'attività ristorativa;
  • Non utilizzo di materiale a perdere nei bagni (bicchieri in plastica, saponettine confezionate, bustine di prodotti vari), preferendo ricariche o saponette di dimensioni normali;
  • Avvio al compostaggio domestico dei propri scarti organici (obbligatorio per gli agriturismi); 
  • Permettere e promuovere l'asporto delle pietanze non consumate dal cliente tramite sistema Doggy Bag o similari;
  • Creazione della mezza porzione e/o del menu bimbi;
  • Comunicare all'interno dell'esercizio, tramite messaggi scritti (sul menù, ad esempio), l'importanza del consumo consapevole del cibo;
  • Creazione del menù "rifiuti zero", inserito stabilmente nell'offerta del ristorante, promuovendolo ai clienti e mettendone in luce i punti di forza, avente queste caratteristiche:
  •               -    porzione intera e mezza porzione, con conseguente prezzo differenziato
  •               -    uso di acqua in brocca
  •               -    stoviglie e bicchieri riutilizzabili (ceramica e vetro) o al massimo compostabili
  •               -    asporto del cibo non consumato a fine pasto
  • Scegliere almeno un fornitore con certificazione ambientale (ISO 14001, biologico, ecolabel, ecc.);
  • Prediligere la pubblicità e la promozione informatizzata via web rispetto alla distribuzione di materiale cartaceo; nel caso di distribuzione di gadget, prediligere quelli in materiale biodegradabile o a basso impatto ambientale (carta/cartone, fibre vegetali, ecc). 
 


Quali sono i vantaggi pratici?
Benefici economici (risparmio su alcune forniture)
Risparmio di spazio (meno prodotti da immagazzinare)
Risparmio di tempo (meno rifiuti da differenziare)
Consenso dei clienti (si accorgeranno della tua attenzione per l'ambiente!)


Cosa devo fare?
Mettere in pratica alcune azioni per ridurre i rifiuti prodotti dalla tua attività: è più semplice di quello che pensi... pubblicità a costo zero!!
Adesione ad una rete ecologica nazionale
Presenza sulla pagina Facebook del progetto
Promozione sul sito  http://www.ecoristoranti.it/
Promozione del progetto nei Comuni di Collegno, Druento, Grugliasco e Rivoli
Inserzioni pubblicitarie sui giornali locali
Consegna del "kitEcoristorante" (attestato di adesione, vetrofania, kitDoggyBag di prova e altri materiali promozionali)



Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO