CONSULTAZIONI ELETTORALI DEL 26 MAGGIO 2019

 
 

Risultati

 

 

Notizie - avvisi e scadenze

 
elezioni 2019


Domenica 26 maggio 2019 i cittadini di Collegno saranno chiamati a votare per il rinnovo dei seguenti organismi: 

- PARLAMENTO EUROPEO;
- PRESIDENTE DELLA REGIONE E CONSIGLIO REGIONALE;
- SINDACO E CONSIGLIO COMUNALE;

Domenica 9 giugno 2019 avrà luogo l'eventuale turno di ballottaggio per il Comune.

QUANDO SI VOTA Si vota SOLO nella giornata di domenica 26 maggio, dalle ore 7.00 alle 23.00. Lo scrutinio dei voti per il parlamento europeo inizierà la sera di domenica 26 maggio, subito dopo la conclusione delle operazioni di voto e l'accertamento del numero dei votanti. Lo scrutinio dei voti per le altre consultazioni avrà inizio alle ore 14.00 di lunedì 27 maggio, dando la precedenza allo spoglio delle schede per le elezioni regionali, a seguire le comunali. 
In caso di effettuazione del turno di ballottaggio per l'elezione dei Sindaci di Comuni si voterà domenica 9 giugno, dalle ore 7.00 alle 23.00. Le operazioni di scrutinio avranno inizio nella stessa serata di domenica, al termine delle votazioni e dell'accertamento del numero dei votanti.

TESSERE ELETTORALI Gli elettori, per poter esercitare il diritto di voto presso gli uffici elettorali di sezione nelle cui liste risultano iscritti, dovranno esibire, oltre ad un documento di riconoscimento valido, la tessera elettorale personale a carattere permanente, che dal 2000 ha sostituito il certificato elettorale. Chi avesse smarrito o esaurito la propria tessera personale, potrà chiederne il duplicato all'Ufficio Elettorale: lun. ore 8.30 -13.00; mart. e merc.  9.00 – 13.00;  giov. 9:00 - 17:00 e ven. ore 9.00 – 12.00.  Venerdì 24 e sabato 25 maggio dalle ore 9.00 alle 18.00; domenica 26 maggio dalle ore 7.00 alle 23.00.
La richiesta deve essere sottoscritta dal diretto interessato su specifici moduli, disponibili presso l’ufficio Elettorale o scaricabili dal sito internet del Comune www.comune.collegno.gov.it(modulistica/consultazioni elettorali) e consegnata allo sportello dell’Ufficio Elettorale situato al piano terra del Palazzo Municipale in P.zza del Municipio n. 1, anche tramite altra persona maggiorenne, munita di documento di riconoscimento, esibendo l’originale della Tessera Elettorale con gli spazi esauriti e un documento di identità in corso di validità. Sul modulo è possibile indicare anche l’eventuale delegato al ritiro.
Per informazioni: ufficio elettorale tel. 011/4015260, 011/4015480.

ORARI SPECIALI DELL'ANAGRAFE L'Ufficio Anagrafe sarà aperto al pubblico, esclusivamente per il rilascio di certificazioni connesse alle operazioni elettorali, nei seguenti giorni ed orari:
 - sabato 25 maggio dalle ore 9.00 alle 18.00;
 - domenica 26 maggio dalle ore 7.00 alle 23.00.

SERVIZIO DI TRASPORTO AI SEGGI PER I CITTADINI DISABILI E' istituito il servizio di trasporto e accompagnamento, presso i seggi elettorali, per i cittadini disabili nei seguenti orari: domenica 26 maggio (e domenica 9 giugno in caso di ballottaggio) ore 8.30 - 12.30 e 14.00 - 19.00. Prenotazioni telefoniche al numero 011.4015300. 
Il rilascio dei certificati agli elettori fisicamente impediti al voto e che necessitano di essere accompagnati dentro al seggio avverrà SU PRENOTAZIONE TELEFONICA contattando il Servizio di Medicina Legale ASL TO3 in via Martiri XXX Aprile 30, tel. 011.4017336 oppure la reperibilità 011.95511.

 
 

COME SI VOTA


ELEZIONI EUROPEE - SCHEDA GRIGIA  Il voto di lista si esprime tracciando sulla scheda, con la matita copiativa, un segno sul contrassegno corrispondente alla lista prescelta. I voti di preferenza - nel numero massimo di tre - si esprimono scrivendo nelle apposite righe, tracciate a fianco e nel rettangolo contenente il contrassegno della lista votata, il nome e cognome o solo il cognome dei candidati preferiti, compresi nella lista medesima. Non è ammessa l'espressione del voto di preferenza con indicazioni numeriche. Nel caso di tre preferenze espresse queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della terza preferenza.  

ELEZIONI REGIONALI - SCHEDA VERDE Viene eletto Presidente il capolista della lista regionale che prende il maggior numero di voti (al secondo spetta comunque il posto di consigliere regionale). Alle liste regionali sono collegate le liste provinciali, che possono essere diverse.
Vince, di conseguenza, il candidato che ottiene la maggioranza relativa dei consensi. Il vincitore ottiene come premio di maggioranza l'elezione di 10 rappresentanti a lui collegati nel listino. Gli altri 40 consiglieri regionali vengono eletti con sistema proporzionale in base a circoscrizioni provinciali. La provincia di Torino (la scheda elettorale è quella che si ritroveranno ai seggi i cittadini del torinese), porterà a Palazzo Lascaris 21 consiglieri. 
Sulla scheda l'elettore si troverà il nome del candidato alla presidenza affiancato dal simbolo della coalizione che lo sostiene. Sotto ci sono i simboli dei partiti che lo sostengono. E' possibile esprimere una sola preferenza scrivendo il cognome del candidato vicino al simbolo del partito.
Si può votare: 
1) contrassegnando il nome di un candidato/a presidente, il simbolo di un partito ad esso collegato, ed indicando il nome di un candidato/a dello stesso partito alla carica di consigliere regionale; 
2) contrassegnando solo il nome di un candidato/a presidente; 
3) contrassegnando il nome di un candidato presidente, il simbolo di un partito di un altro schieramento, ed indicando il nome di un candidato/a, di quel partito, alla carica di consigliere regionale (voto disgiunto).

ELEZIONI COMUNALI - SCHEDA AZZURRA L'elettore, con la matita copiativa, potrà esprimere il proprio voto:
- tracciando un solo segno sul nominativo del candidato alla carica di sindaco o sul rettangolo che contiene il nominativo stesso. In tal modo, il voto si intenderà attribuito solo al predetto candidato sindaco;
- tracciando un solo segno sul contrassegno di una delle liste di candidati al consiglio comunale collegate a taluno dei candidati alla carica di Sindaco. In tal modo, il voto si intenderà attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato Sindaco collegato;
- tracciando un segno sia su uno dei contrassegni di lista che sul nominativo del candidato alla carica di Sindaco collegato alla lista votata. In tal modo, il voto si intenderà parimenti attribuito tanto al candidato Sindaco che alla lista ad esso collegata;
- tracciando un segno di voto sul rettangolo recante il nominativo alla carica di sindaco ed un altro segno di voto su una lista di candidati consiglieri non collegata al candidato sindaco prescelto (c.d. voto disgiunto).
Il voto alla lista viene espresso tracciando un segno sul contrassegno della lista prescelta. Ciascun elettore può esprimere, nelle apposite righe stampate a fianco del medesimo contrassegno, UNO O DUE VOTI DI PREFERENZA, scrivendo il cognome di NON PIU' DI DUE CANDIDATI compresi nella lista da lui votata. Nel caso di espressione di due preferenze, ESSE DEVONO RIGUARDARE CANDIDATI DI SESSO DIVERSO della stessa lista, PENA L'ANNULLAMENTO DELLA SECONDA PREFERENZA.


 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO