Percorsi Ciclabili

 
  1. Linee guida e obiettivi di realizzazione delle piste ciclabili
  2. Interventi in corso di realizzazione (cavalcavia c.so Francia, SCM)
 

La Città di Collegno ha iniziato la trasformazione del sistema di mobilità già nel 2013 con il processo di formazione del PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, terzo comune in Piemonte) e dal 2017 con il Biciplan, strumento di attuazione del PUMS che descrive la rete esistente e il programma delle ciclabili da realizzare. La Bicipolitana è il disegno che avrà la rete collegnese una volta realizzate tutte le ciclabili.

I Piani Urbani della Mobilità Ciclistica (denominati “Biciplan”) che, come piani di settore dei Piani Urbani della Mobilità Sostenibile (“PUMS”), sono finalizzati a definire le gli obiettivi, le strategie e le azioni necessari a promuovere e intensificare l'uso della bicicletta come mezzo di trasporto sia per le esigenze quotidiane sia per le attività turistiche e ricreative e a migliorare la sicurezza dei ciclisti e dei pedoni. In particolare, definiscono la rete delle ciclovie (sia urbane che naturalistiche), gli interventi di messa in sicurezza del traffico ciclistico, azioni per incentivare gli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro, gli interventi per integrare la bicicletta con il trasporto pubblico, le azioni per il contrasto ai furti, ed altre misure di promozione della cultura ciclistica e di educazione.

 
Mappa della Bicipolitana
 

 

Linee guida e obiettivi di realizzazione delle piste ciclabili

 

Collegno realizza l'infrastruttura cicloviaria attraverso l'utilizzo di fondi propri, fondi ministeriali (Progetto ViVO candidato grazie alla regia del Patto Territoriale Zona Ovest) e fondi regionali (Bando regionale per la sicurezza pedonale e ciclabile)

Dal 2018 il Comune di Collegno ha creato un portale dedicato alle azioni riguardanti la ciclabilità e la promozione della mobilità sostenibile: https://collego-collegno.it

L’amministrazione riconosce che promuovere una mobilità attiva, a piedi e in bicicletta, vuole dire una Collegno più vivibile, meno congestionata e quindi più accessibile, più efficiente, più in salute, più bella e quindi anche economicamente vivace. Inoltre, la Città riconosce che lo spazio pubblico è un bene scarso che, attualmente, è destinato in maniera sproporzionata a consentire alti volumi di traffico a discapito di pedoni e ciclisti. In linea con gli obiettivi del Piano Urbano di Mobilità Sostenibile, del Piano Strategico “Collegno Rigenera”, del progetto “Corona Verde” della Regione Piemonte, nonché con gli obiettivi previsti dalla Legge Quadro sulla Mobilità Ciclistica, la Città di Collegno ambisce a trasformarsi in un luogo accogliente per chi si sposta in bicicletta per tutti i motivi: lavoro, scuola e turismo e divertimento. Offrendo, da un lato, servizi ed infrastrutture ai ciclisti in maniera organica abbandonando la logica degli interventi a macchia di leopardo e, dall’altro, supportando un cambio delle abitudini e della cultura di spostamento. Infine, la Città riconosce che per il successo di una strategia ciclistica è altresì fondamentale sviluppare modelli di gestione efficaci e continuare a rafforzare la conoscenza sulle dinamiche di mobilità attraverso la raccolta dati ma anche la sperimentazione di innovazioni tecniche e sociali. Questo ha portato alla definizione di una agenda con 7 linee d’indirizzo:

1. Dare più spazio alla bicicletta.
2. Ridurre gli incidenti stradali.
3. Combattere i furti.
4. Ottimizzare gli spostamenti intermodali tra bicicletta e trasporto pubblico e tra automobile e bicicletta.
5. Promuovere e diffondere la cultura della bicicletta (corsi e informazione).
6. Migliorare la conoscenza.
7. Sviluppare modelli di gestione efficaci

 

 

Interventi in corso di realizzazione

 

CAVALCAVIA CORSO FRANCIA (Linea 5 Bicipolitana)

Per la realizzazione di questo tratto della linea 1 della Bicipolitana il Comune di Collegno ha partecipato al Bando Regionale per l’assegnazione dei cofinanziamenti rivolto a Città Metropolitana, Province e Comuni Piemontesi nell’ambito del Piano nazionale della sicurezza stradale (PNSS): il progetto, risultato vincitore e meritevole di finanziamento, è volto «al fine di ridurre il numero e gli effetti degli incidenti stradali». La Regione Piemonte - Direzione Opere Pubbliche, Difesa del suolo, Montagna, Foreste, Protezione civile, Trasporti e Logistica- Settore Investimenti, Trasporti e Infrastrutture ha comunicato l’assegnazione del finanziamento di € 80mila su € 250mila di costo complessivo dell’opera per la realizzazione di un Percorso ciclopedonale su entrambi i lati del cavalcaferrovia di Corso Francia.

VIA ANTONELLI (Linea 1 Bicipolitana)


La pista ciclabile di via Antonelli è una ramificazione della linea 1 pensata per collegare l'arteria "rossa" al percorso della linea 5 su corso Francia. L'intervento è finanziato con fondi propri della Città di Collegno.


SCM1, ALPIGNANO-RIVOLI-COLLEGNO (Linea 3 Bicipolitana)

I Comuni di Collegno, Rivoli e Alpignano hanno concordato di lavorare congiuntamente per la realizzazione di un percorso che rappresenti per il futuro uno degli assi portanti del “Servizio Ciclabile Metropolitano”, una direttrice che attraversi il circuito di interesse regionale “Corona di delizie” e connetta agevolmente l’est dello stesso (Città di Rivoli) a Torino, passando per le zone di interscambio modale, fermate metro e stazioni dell’area ovest. La Regione Piemonte- Direzione Opere Pubbliche, Difesa del suolo, Montagna, Foreste, Protezione civile, Trasporti e Logistica- Settore Investimenti, Trasporti e Infrastrutture ha comunicato l’assegnazione del finanziamento di oltre € 790mila su € 1.317.078 di costo complessivo dell’operaripartiti tra i Comuni di Collegno, Rivoli e Alpignano per la realizzazione del percorso.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO