75esimo Anniversario della Liberazione a Collegno

 
 
logo 75esimo anniversario della liberazione

L'ampia agenda di iniziative organizzate a Collegno per il settantacinquesimo anniversario della Liberazione dell'Italia dall'occupazione nazifascista vuole offrire alla cittadinanza l'opportunità di una riflessione non rituale, né di circostanza, sul più importante evento della storia del nostro Paese nel secolo da poco trascorso. Anche per questa ragione l'insieme degli eventi che vengono promossi sul territorio comunale raccolgono un arco di tempo che parte dalla Giornata della Memoria,  gennaio 2020, per arrivare alla Festa della Repubblica, il 2 giugno 2020, coinvolgendo una pluralità di Istituzioni ed enti: l’Amministrazione Comunale nel suo insieme, l’A.N.P.I., le scuole di ogni ordine e grado, la Biblioteca Civica, l'associazionismo e il volontariato.

Nel suo complesso, ad essere protagonista è il territorio, accomunato dalla condivisione di una successione di percorsi di riflessione e di lettura del passato che intendono però aiutare i cittadini nella comprensione dei tempi correnti. Ad essere coinvolti sono quindi sia studiosi, libri e testimoni che musica, spettacolo e teatro. Non esiste un unico modo per raccontare un passato che ha posto le premesse per la nostra libertà. Un filo logico, infatti, lega le diverse iniziative ed è il rapporto tra storia collettiva e identità presente. Se la lotta di Liberazione costituì un fenomeno diffuso che, partendo dalla caduta del regime fascista e dalla guerra in corso, coinvolse molti protagonisti, anche con idee e posizioni culturali, politiche e sociali molto diverse tra di loro, ciò che ne scaturì fu una differente idea dell'Italia, non più fondata su una dittatura bensì sul pluralismo democratico.

Un risultato per nulla scontato, prodotto non solo dall'azione del movimento partigiano ma di una radicale trasformazione del nostro Paese, che in quei lunghissimi mesi di lotta ebbe avvio, per poi proseguire nel dopoguerra ed arrivare fino ai giorni nostri. Il settantacinquesimo anniversario è allora l'occasione non solo per ricordare e commemorare chi visse quei tempi ma anche e soprattutto per fare un bilancio condiviso degli innumerevoli cambiamenti che hanno attraversato la nostra storia. A partire dalla nascita della Repubblica, passando per la Costituzione. Una riflessione, quindi, su ciò che ci tiene insieme, sui valori, sui principi ma anche sui quei legami profondi che si sono radicati nel corso delle generazioni, dalla Liberazione in poi. La Città ne è protagonista, attraverso le parole, i suoni, le immagini, i luoghi condivisi. Uno sguardo sul passato che intende ragionare su ciò che eravamo ma anche su quanto il tempo sia scolpito nella coscienza del nostro presente.

(A cura di prof. Claudio Vercelli, Istituto di Studi storici "Salvemini" di Torino)

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO