TASI - TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI

La Legge di Stabilità (L.208 del 28/12/2015) ha introdotto importanti novità sulla normativa TASI e IMU.

 

ESENZIONE TASI PER ABITAZIONE PRINCIPALE E UNITA’ IMMOBILIARI ASSIMILATE

 

L’esenzione è prevista per Abitazione Principale in categoria catastale da A/2 a A/7 (escluse cat. A/1 A/8 A/9) e relative pertinenze (una sola per ciascuna categoria C/2, C/6 e C/7) o unità immobiliare ad essa assimilata.

 
per abitazione principale si intende:
 

unità immobiliare nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.

 
per unità immobiliari assimilati all'abitazione principale si intende:
 

unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa  non risulti locata.

una unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all’AIRE, già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza (estera), a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso.

casa coniugale assegnata al coniuge a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio (a titolo di diritto di abitazione).

l’unità immobiliare posseduta dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e civile, al Corpo nazionale dei vigili del fuoco, a condizione che la stessa  non risulti locata.

 
Per unità immobiliari assimilate all’abitazione principale si intende altresì:
 

fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali.

unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari.

unità immobiliari appartenenti alle  cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al requisito della residenza anagrafica.

alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP, qualora questi possano essere considerati alloggi sociali.

immobili di edilizia residenziale pubblica di proprietà della Città di Torino, del Consorzio Intercomunale Torinese (C.I.T.) e dell’Agenzia Territoriale per la casa (A.T.C.), o di enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP.

 

Dal 2015 sono soggetti al pagamento della TASI i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, non locati
 
Non sono soggetti al pagamento della TASI i conduttori (inquilini) e gli affittuari di attività commerciali e produttive.

Viene confermata per l'anno di imposta 2018 l'aliquota del 2,5 per mille del 2015 per i Fabbricati "BENI MERCE".

 
 
 

Presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati e di aree edificabili, come definiti ai fini dell'IMU, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli e dell'abitazione principale, come definiti ai fini dell'imposta municipale propria (IMU), escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e  A/9.

L’imposta è calcolata in base alle quote di possesso. In caso di pluralità di possessori o di detentori si considerano regolarmente eseguiti i versamenti effettuati da un contitolare anche per conto degli altri, considerato che l’obbligazione tributaria è unica.

soggetti passivi sono i POSSESSORI O DETENTORI, a qualsiasi titolo delle unità immobiliari tassabili.


 

Modalità di pagamento e scadenza

 

Il pagamento dovrà avvenire tramite modello F24, versando il 50% dell’imposta dovuta l’anno precedente in ACCONTO ovvero in UNICA SOLUZIONE entro il 18 GIUGNO 2018 ed il 50% a CONGUAGLIO in SALDO entro il 17 DICEMBRE 2018.

Sul sito internet è disponibile il simulatore per il calcolo “fai da te” e la stampa del modello F24 utilizzabile per il pagamento presso uffici postali, sportelli bancari oppure on-line (se si dispone del servizio di internet banking).

Codice Comune
Descrizione
Aliquota
Codice Tributo Comune
C860
Abitazione principale e pertinenza
esente
3958
C860
Fabbricati "merce"
2,5 per mille
3961
 

Calcolo della TASI

 

La base imponibile TASI è la stessa già prevista per l’IMU e si ottiene applicando alla rendita risultante in catasto, rivalutata del 5%, il moltiplicatore coefficiente 160 per i fabbricati di cat A, C/2, C/6, C/7. Alla base imponibile così ottenuta si applica l’ aliquota deliberata dal Comune.


Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO