Illuminazione Pubblica

 
illuminazione pubblica- foto piazza illuminata

La sostituzione delle lampade tradizionali con quelle a led è un progetto che coinvolge tutta la Città: il 90% di Savonera è illuminato con luci a led, mentre la copertura cittadina complessiva supera il 30% su 7mila pali gestiti dal Comune.
Oltre a ottenere una luminosità maggiore del 40%, la lampada a led permette un risparmio del 50%: nei primi due anni di utilizzo, infatti, si sono già risparmiati 90mila euro.
Alcuni esempi di aree cittadine illuminate a led: Piazza della Repubblica (sostituite 80 lampade), via Di Vittorio (27 nuove lampade a led, con un risparmio effettivo del 37%), ponte Martin Luther King (sostituite 16 lampade), parco Dalla Chiesa (sostituite
90 lampade, quindi maggiore sicurezza per chi percorre i viali dopo il tramonto), Viale Piemonte, piazza 1° Maggio, Piazza Concordia, giardino del mercato a Borgata Paradiso, corso Antony.
Nel controviale di corso Francia, tra le vie Bussoleno e Chiomonte, sono stati invece installati dieci nuovi pali (investimento di 12mila euro).
Sono inoltre numerosi gli interventi effettuati a inizio 2018 a Villaggio Dora (l'investimento totale per gli interventi è stato di 69mila euro):

- Via Allegri e viale Partigiani: sostituite 60 lampade con altrettante a led
- Via Allegri: sostituiti i lampioni
- Viale Partigiani: illuminati quattro attraversamenti pedonali
- Via Della Croce: installate 85 lampadine
- Torre-faro in piazza Europa Unita: illuminata a led

Interventi importanti hanno coinvolto le torri-faro delle rotonde cittadine: sulla Pastrengo-De Amicis sono stati sostituiti 8 fari da 400W agli joduri con 8 fari led, sulla Pastrengo-Torino 6 fari da 400W agli joduri con 8 fari led, sulla Kennedy-Via Alpignano 4 fari da 800W agli joduri con 5 fari led, sulla Grande Torino 6 fari da 400W agli joduri con 6 fari led. Tutti i fari hanno una potenza di 200W, per un investimento di 16mila euro.

Inoltre, tramite il Progetto Aurora dell'Istituto Boella del Politecnico di Torino, nelle cabine verranno installati degli impianti controllati tramite Wi-fi che permetteranno di abbassare o alzare l'illuminazione. È previsto un risparmio totale di oltre il 15% rispetto al passato. 

Con il Progetto Leo è invece possibile stabilizzare le correnti nei cali e picchi di tensione grazie all'installazione di cabine che controllano queste variazioni: Collegno è la prima città in Piemonte ad avvalersi di questa tecnologia e si prevede un risparmio del 15%.

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO