Mobilità sostenibile

 

Con l'auto in condivisione, in bicicletta oppure a bordo dell'autobus “tradizionale” o su prenotazione: a Collegno, spostarsi in modo economico ed ecologico è semplice e alla portata di tutti.     

-Le LINEE AUTOBUS che transitano in Collegno sono: 36, 38, 17, 44, 76, 32, CP1.   

- Le fermate della METROPOLITANA sono 2: Fermi (via Edmondo De Amicis) e Paradiso (corso Francia).

 
  1. Certosa e Centrale, poi Leumann e Cascine Vica: arrivano quattro nuove fermate della metropolitana
  2. Mebus
  3. [TO]Bike
  4. Linea bus 87
  5. CP1, l'autobus elettrico: nuovi percorsi e meno inquinamento
  6. Piste ciclabili
  7. ZTL nel PARCO DALLA CHIESA
  8. INCENTIVI PER L’ACQUISTO DI BICICLETTE ELETTRICHE - Progetto ViVO
  9. BICI IN TASCA: INCENTIVI PER BICI PIEGHEVOLI + ABBONAMENTO BUS/TRENO
  10. BANDO INSTALLAZIONE E GESTIONE COLONNINE ELETTRICHE PER RICARICA VEICOLI ELETTRICI

Certosa e Centrale, poi Leumann e Cascine Vica: arrivano quattro nuove fermate della metropolitana

 
foto metropolitana

Al via il progetto del prolungamento della metropolitana Linea 1: inizieranno infatti nell'estate del 2018 i lavori in direzione Rivoli (Lotto Uno).
Il Comune di Torino ha infatti approvato la convenzione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che prevede 123,7 milioni finanziati dallo Stato. 
È prevista la realizzazione di 2 nuove fermate in Collegno: Certosa e Collegno Centro (partendo dal deposito, la tratta è di circa 1km e 600metri). 
La durata dei lavori sarà di circa 4 anni.  
La fermata Certosa verrà realizzata nei pressi della rotonda Falcone-Borsellino su corso Pastrengo e sarà la fermata di interscambio con la stazione ferroviaria di Collegno: la stazione verrà infatti ricollocata nei pressi dalla nuova fermata della metropolitana (parzialmente interrata).
La fermata Collegno Centro (interrata) verrà invece realizzata sul piazzale dell'area mercatale nel quartiere Santa Maria.   
L'opera completa è suddivisa in Tre Lotti.
I lavori per la realizzazione delle fermate Certosa e Collegno Centro rientrano nel Lotto Uno. Il Lotto Due prevede invece la costruzione di altre due stazioni: Leumann (in Collegno, lungo corso Francia, nei pressi della Stazionetta) e Cascine Vica (a Rivoli, dove verrà inoltre realizzato un parcheggio di interscambio). 
Infine, il Lotto Tre comprende il parcheggio, il deposito e l'acquisto di materiale.
Il costo totale dei tre lotti è di 330 milioni di euro lotto uno, 123 milioni (finanziati dallo Stato); lotto due, 136 milioni; lotto tre, 71 milioni.

 
 

Mebus

 

Per chi non guida e non utilizza la bicicletta, è attivo Mebus, il servizio che permette di prenotare l'autobus per spostarsi nei Comuni dell'area Nord Ovest di Torino e non solo.
Per prenotare il proprio viaggio è sufficiente telefonare al numero verde gratuito 800 18 50 84 dalle 9 alle 15 (la prenotazione deve essere fatta al più tardi il giorno feriale precedente il viaggio) concordando con l’operatore la fermata di partenza, l'orario e la fermata di destinazione.

- Il MeBus utilizza infatti le principali fermate esistenti (l'elenco completo delle fermate è disponibile sul sito www.mebus.it) e i percorsi già effettuati con bus di linea.
- Il servizio è attivo nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19 e il sabato dalle 8.30 alle 12 (il servizio non è attivo nei giorni festivi e nel mese di agosto).

- Il costo del biglietto è identico a quello degli altri bus di linea extraurbani e varia in base alla lunghezza del percorso: il costo è quindi compreso tra 1 euro e 50 centesimi e 3 euro e 80 centesimi.

- Il biglietto si acquista a bordo del bus senza sovrapprezzo.

Non solo: il costo del biglietto è di 1 euro per i possessori di qualsiasi abbonamento Formula e per i possessori di tessera di libera circolazione.

Le fermate in Collegno sono 6:
1) Corso Francia angolo corso Togliatti
2) Corso Francia angolo viale Gramsci
3) Certosa (via Martiri del XXX Aprile)
4) Fermi (Stazione Metro via De Amicis)
5) Stazione Ferroviaria (via Papa Giovanni XXIII)6) Via Druento a Savonera

 

[TO]Bike

 

[TO]Bike è il servizio di Bike Sharing (bici in condivisione) di Torino e cintura. Abbonandosi (tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.tobike.it), è possibile prelevare la bicicletta in una delle 116 stazioni dell'Area Metropolitana e depositarla in una qualsiasi altra postazione, purché con parcheggi liberi. Grazie alla card elettronica, la bicicletta è utilizzabile tutti i giorni 24 ore su 24 evitando così traffico e problemi di parcheggio.Insomma: il Bike Sharing è la forma di spostamento urbano più conveniente, sia in termini di tempo che economici.
In Collegno sono presenti 10 postazioni, situate presso:

Dalla Chiesa/Pastrengo – Leumann – Savonera – Fermata Metro Fermi – Viale Gramsci – Municipio – Piazza Europa Unita – Certosa / Piazzale Avis – Stazione Fs – Fermata Metro Paradiso

[TO]Bike mette a disposizione 3 formule di abbonamento per rispondere in modo ottimale alle esigenze di spostamento e utilizzo del servizio:

Annuale: 
Costo: 25 € comprensivi di prima ricarica obbligatoria del valore di 5 € - Acquistabile on-Line e presso lo spazio [TO]Bike

Settimanale
Costo: 8 € comprensivi di prima ricarica obbligatoria del valore di 3 € - Acquistabile presso lo spazio [TO]Bike

Giornaliero
Costo: 5 € comprensivi di prima ricarica obbligatoria del valore di 3 € - Acquistabile presso lo spazio [TO]Bike

4FORYOU

Costo: 8 €, validità giornaliera con disponibilità di 4 ore di utilizzo della bici - Acquistabile presso lo spazio [TO]Bike

8FORYOU
Costo: 13 €, validità 48 ore con disponibilità di 8 ore di utilizzo della bici - Acquistabile presso lo spazio [TO]Bike

È inoltre possibile attivare l’abbonamento annuale [TO]BIKE sulle seguenti card:

- Smartcard Universitaria, distribuita da Politecnico di Torino, Università degli Studi di Torino e Università degli Studi del Piemonte Orientale
- BIP card, la carta regionale dei trasporti
- PYOU card, la carta giovani della Regione Piemonte riservata a tutti coloro che hanno età compresa tra i 15 e i 29 anni

[TO]Bike è sempre gratuito per tutte le corse di durata inferiore ai 30 minuti, anche più volte al giorno. Se l'utilizzo supera i 30 minuti consecutivi, sarà applicata la tariffazione relativa alla propria formula di abbonamento.

 

Linea bus 87

 

A partire da novembre 2016 la Linea bus 87 ha cambiato percorso: partendo dalla Stazione della Metropolitana Fermi collega l'area industriale del Pip e la zona Carrefour, Ikea, Leroy Merlin etc. Le fermate sono nove e la frequenza dei passaggi è di circa 30 minuti, indicativamente tra le 5.30 e le 22.00.
Gli orari sono stati decisi in base ai turni delle aziende: la navetta, infatti, è a uso prevalente dei lavoratori dell'area industriale, ma può essere utilizzata da chiunque.
La tariffa è di 1,90€ e il biglietto può essere acquistato sul bus senza sovrapprezzo.
È possibile utilizzare gli abbonamenti Formula e le Tessere di libera circolazione senza costi aggiuntivi.

 

CP1, l'autobus elettrico: nuovi percorsi e meno inquinamento

 

È stata inaugurata a inizio 2018 una nuova linea di autobus, denominata CP1 e alimentata a energia elettrica, quindi a zero emissioni inquinanti. L'autobus collega il quartiere Borgata Paradiso con il Comune di Pianezza, passando per Villaggio Dora, e sostituisce le linee C01 e 37.  La CP1 è prevista dal piano di GTT di accorpamento dei percorsi: infatti le due linee che collegavano la stazione della metropolitana Fermi con Pianezza transitando per Villaggio Dora (appunto la C01 e le 37), in direzione da Pianezza verso Fermi si sovrapponevano per tutta la lunghezza del percorso, mentre al ritorno percorrevano la stessa tratta da Fermi fino alla fermata tra il cimitero e il ponte sulla Dora in via Sebusto. 
Non solo: all'andata, fino a via Del Brucco angolo via Tampellini, le due tratte erano percorse anche dall'autobus 44, mentre al ritorno le tre linee avevano invece in comune due fermate. 
La nuova linea con autobus elettrici CP1 percorre, in direzione da Pianezza verso Fermi, le linee prima percorse da C01 e 37; in direzione Pianezza procede invece per strada San Lorenzo, via Sebusto, via Venaria, via Torino-Pianezza. 
L'autobus 44 non ha subito alcuna variazione, continuando a servire i residenti di via Portalupi.
Quindi la nuova linea elettrica CP1 ha sostituito e accorpato le due linee C01 e 37, migliorandone le prestazioni sotto diversi aspetti: la C01 non fa capolinea a Stazione Fermi, ma prosegue su via De Amicis fino a svoltare in via Manzoni, poi a sinistra in corso Francia e ancora a sinistra su via Manzoni per tornare infine su via De Amicis (servendo quindi gli studenti della vicina scuola Anna Frank, i residenti del centro di Borgata Paradiso e permettendo l'interscambio con il bus 36 su corso Francia), dà una mano all'ambiente grazie al suo motore elettrico, infine i passaggi proposti sono comunque modulati in funzione degli effettivi utilizzi.

 

Piste ciclabili

 
foto posta ciclabile

Il Comune di Collegno dispone di una rete ciclabile di 32 km:

- 10,74 km di piste ciclabili riservate alla circolazione dei velocipedi
- 11,88 km di percorsi promiscui ciclabili e pedonali
- 9,5 km di sentieri ciclabili e/o percorsi nella natura

Il Comune è attraversato da Corona di Delizie, un anello di oltre 90 km di ciclopiste, ciclostrade e strade rurali che collega le Residenze Reali e i Parchi metropolitani toccando i più bei paesaggi fluviali, agricoli e storici del territorio.
Corona di Delizie è parte dei circuiti della Corona Verde, il grande sistema delle infrastrutture verdi dell'area metropolitana (il progetto è frutto della collaborazione di diversi partner, tra i quali Regione, Provincia e Patto Territoriale Zona Ovest).

La Città Metropolitana si occupa di aggiornare la mappatura delle rete ciclabili e, relativamente al territorio di Collegno, il lavoro di aggiornamento ha previsto:

- l'analisi dei dati in possesso della Città metropolitana di Torino
- diversi incontri con i Tecnici del Comune
- l'analisi del documento "Quadro della rete ciclabile cittadina" (aprile 2015) fornito dal Comune di Collegno
- un sopralluogo su tutti i tratti individuati per la verifica delle informazioni, la raccolta di dati aggiuntivi e la classificazione dei tratti

Il lavoro svolto ha consentito di costruire una cartografia aggiornata al 2016 delle rete ciclabile del Comune di Collegno.

L'obiettivo da realizzarsi nei prossimi anni è di rendere le piste ciclabili comunicanti creando così un'unica “rete” dedicata alla mobilità sostenibile (con le piste di Grugliasco, collegando il Parco Della Dora con la Pellerina e su corso Francia).
Il progetto di realizzazione di una pista ciclopedonale sul sovrappasso ferroviario di corso Francia è invece inserito in “Corona Verde Piste Ciclabili” e si sta valutando la soluzione ottimale con i Comuni limitrofi.

 
 

ZTL nel PARCO DALLA CHIESA

 

A partire da ottobre 2016, è stata istituita una ZTL per regolamentare la viabilità nel parco Dalla Chiesa. Al fine di limitare e tenere sotto controllo la circolazione di mezzi – in un'ottica sia di aumento della sicurezza per il transito di persone e ciclisti, sia di contenimento di rumore e inquinamento – ora possono accedere al parco esclusivamente i veicoli muniti di appositi Pass di colori diversi, autorizzati a circolare solo nella relativa area (Ztl) utilizzando specifici accessi.

INCENTIVI PER L’ACQUISTO DI BICICLETTE ELETTRICHE - Progetto ViVO

 
Volantino Progetto Bici Elettriche - Progetto VI.VO.

E' aperto il Bando per l'assegnazione di incentivi economici in favore di cittadini e lavoratori dei Comuni della Zona Ovest di Torino - Collegno, Alpignano, Buttigliera Alta, Druento, Grugliasco, Pianezza, Rivoli, Rosta, San Gillio, Venaria Reale, Villarbasse - nell'ambito del Progetto “VI.VO: Via le Vetture dalla zona Ovest di torino” – che intendono acquistare una bicicletta elettrica a pedalata assistita nuova di fabbrica, finanziato dal Programma nazionale sperimentale per la mobilità sostenibile casa-scuola casa-lavoro del Ministero dell’Ambiente. 

Possono fare domanda di contributo, per un massimo di 250 euro, tutti i residenti o i lavoratori che posseggono almeno uno dei seguenti quattro requisiti:
1) dimostrino di dover percorrere più di 10 km per gli spostamenti periodici casa-lavoro 
2) dimostrino di dover impiegare più di 30 minuti utilizzando i mezzi di trasporto pubblico per gli spostamenti periodici casa-lavoro 
 
3) facciano parte di un nucleo familiare proprietario di un’auto con motorizzazione diesel fino all’euro 5 o benzina euro 0 ed euro 1 
4) intendano ridurre il numero delle auto possedute dal nucleo familiare e diano evidenza della rottamazione. 

 Sono finanziabili esclusivamente le seguenti biciclette ad uso urbano, non sportivo: biciclette da città (city-bike), biciclette pieghevoli, minibici, gravel bike e mountain bike il cui uso non sia prevalentemente sportivo e il  cui prezzo di acquisto sia inferiore a 1.500 euro (comprensivo di IVA), cargo bike adibite esclusivamente al trasporto di persone. Sono escluse dal contributo le persone giuridiche e le imprese, ivi comprese quelle rivenditrici dei veicoli oggetto degli incentivi (in tale ultimo caso anche i loro legali rappresentanti o delegati).



Di Seguito i Documenti relativi al Bando:

 
 

BICI IN TASCA: INCENTIVI PER BICI PIEGHEVOLI + ABBONAMENTO BUS/TRENO

 

E' aperto il Bando "Una Bici in Tasca" per l'assegnazione di incentivi economici rivolto a cittadini, lavoratori e studenti dei Comuni della Zona Ovest di Torino - Collegno, Alpignano, Buttigliera Alta, Druento, Grugliasco, Pianezza, Rivoli, Rosta, San Gillio, Venaria Reale, Villarbasse - nell'ambito del Progetto “VI.VO: Via le Vetture dalla zona Ovest di torino” – che intendono acquistare una bicicletta pieghevole, finanziato dal Programma nazionale sperimentale per la mobilità sostenibile casa-scuola casa-lavoro del Ministero dell’Ambiente. 

Tale azione prevede la possibilità di provare, secondo i tempi e le condizioni definite dai rivenditori iscritti all’ “Albo dei rivenditori di biciclette pieghevoli - Una Bici in tasca”, una bicicletta pieghevole da utilizzare in abbinamento ai mezzi pubblici negli spostamenti casa-scuola o casa-lavoro, scegliendo al termine di tale periodo se perfezionare l’acquisto del mezzo o restituirlo. Esclusivamente nel caso in cui il soggetto proceda all’acquisto potrà ricevere un contributo per i costi sostenuti per la bicicletta e per l’abbonamento al trasporto pubblico locale, secondo le modalità e i termini descritti nel bando all’art 5. 

Il beneficiario potrà optare anche per un acquisto diretto senza periodo di prova (soltanto presso uno dei rivenditori autorizzati), sottoponendosi comunque ai 2 mesi di monitoraggio previsti dal progetto.

Possono fare domanda di contributo tutti i maggiorenni residenti, lavoratori o studenti nei Comuni della Zona Ovest. Per coloro che avranno ricevuto risposta positiva e procederanno all'acquisto, il rimborso sarà di 2/3 del costo sostenuto per l’acquisto della bicicletta pieghevole fino a un massimo di 250,00 Euro e il rimborso totale di un abbonamento mensile oppure di 1/9 dell’abbonamento annuale usato nel periodo di prova e/o monitoraggio. 

Sono escluse dal contributo le persone giuridiche e le imprese, ivi comprese quelle rivenditrici dei veicoli oggetto degli incentivi (in tale ultimo caso anche i loro legali rappresentanti o delegati).

Qui di seguito sono presenti tutti i documenti in merito all'iniziativa:

 
 

BANDO INSTALLAZIONE E GESTIONE COLONNINE ELETTRICHE PER RICARICA VEICOLI ELETTRICI

 
Volantino Progetto Bici Elettriche - Progetto VI.VO.

Con Determinazione Dirigenziale n. 921-2018 dell'11/09/2018 l'Amministrazione ha approvato il Bando di "Installazione e Gestione Colonnine Elettriche per la ricarica dei veicoli elettrici" con cui la Città cerca un partner per la realizzazioni di stazioni di ricarica per macchine elettriche da installare in varie parti del territorio, in particolare nei pressi delle fermate della Metropolitana e nei nodi strategici e di interscambio. 

Gli obbiettivi Principali sono:

- Favorire la diffusione delle auto elettriche;
- Il miglioramento della qualità dell'aria;

Il Bando sarà aperto per 12 mesi a tutti gli Operatori che rispettano i requisiti richiesti dall'Amministrazione.


Di seguito sono riportati i documenti relativi al Bando:

 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO