Funzionalità avanzate non disponibili.
Il logo del comune di Collegno
<ottobre 2017>
lunmarmergiovensabdom
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI DI GUERRA SIRIANI

Vivi Collegno

09/09/2017

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI DI GUERRA SIRIANI
In nome dell'appello che il Papa rivolge a comunità, parrocchie e famiglie perché "si facciano carico di
quanti, vittime di guerre e persecuzioni, hanno perso tutto" LA FABBRICA DELLA PACE vuole tradurre questo appello in un impegno concreto per una famiglia di sei Siriani (madre, padre e 4 figli) che, fuggiti dalle persecuzioni e dai bombardamenti, da anni sono profughi nei pressi del campo di Tel Abbas in Libano, al confine con la Siria, in condizioni di estrema difficoltà. Con il ponte aereo dei CORRIDOI UMANITARI promosso dalla Comunità S. Egidio, la Tavola dei Valdesi, la Federazione Delle Chiese Evangeliche e la Comunità Papa Giovanni XXIII con "Operazione Colomba", in ottobre potranno arrivare in Italia, dove chiedere lo status di rifugiati e avviare un percorso di vita
autonoma e dignitosa.
Il nostro "inviato collegnese" Alessandro Ciquera, che sta lavorando da tempo proprio in quel campo di Profughi Siriani, e conosce bene la famiglia, si è già attivato per le operazioni preparatorie sul posto.
Un volontario ha offerto a LA FABBRICA DELLA PACE un alloggio nel centro storico di Collegno per ospitarla.
La nostra Associazione ha già effettuato una preiscrizione dei 4 bambini nelle scuole collegnesi.
Non potranno però usufruire di nessun finanziamento pubblico.
Come è avvenuto in altre più di cento famiglie siriane accolte in altrettante città d'Italia, tra cui Leinì e
Rivalta/Torino

‐ dove i cittadini si sono autotassati per poter garantirne per 2 anni il sostentamento

‐ anche noi vogliamo coinvolgere circa 150 sostenitori per formare una rete di supporto alla nostra famiglia Siriana.
Il supporto economico, di servizio e di sostegno comprende:
- disponibilità a offrire per 2 anni un piccolo contributo regolare, secondo le possibilità di ognuno, (per esempio 2... 10... 25... €/mese) per il normale sostentamento di una famiglia di 6 persone e per pagare le bollette;
- per poter organizzare un gruppo che aiuti la famiglia a inserirsi, chiediamo di offrire alcune ore del proprio tempo per seguire i bambini nei compiti e aiutare i genitori a imparare l'italiano; per accompagnarli nelle pratiche burocratiche, sanitarie, scolastiche; per andarli a trovare, farli ambientare nel quartiere, accompagnarli nella spesa, sostenerli nella cura e nelle necessità dei bambini, affiancarli successivamente nella ricerca di lavoro.
Non è necessario fare tanto, ma se ognuno dà un suo piccolo contributo si uniscono le forze e questo fatto può diventare una concreta mobilitazione di pace contro la guerra (questa terribile guerra in Siria, nel nostro caso), una rete di solidarietà e condivisione nella nostra Collegno - Città per la Pace.

Scarica i documenti correlati: